Verso un maxiemendamento al decreto anticrisi. Fini: “Lo valuteremo”

di Mariella Commenta

Il governo porrà la fiducia su un maxiemendamento al decreto anticrisi. Il testo messo a punto dal governo è stato presentato ed è al vaglio della presidenza della Camera per l’ ammissibilità, mentre già circola una bozza che contiene modifiche sulle riserve auree, che elimina la sanatoria sulle slot machine e le modifiche al testo originario sulle banche.

I deputati hanno deciso ieri mattina di interrompere in anticipo il dibattito generale e iniziare la discussione sul complesso degli emendamenti per accelerare i tempi, visto che il passaggio parlamentare del dl 78 si sta confermando piuttosto complicato. Il vaglio che attende il maxiemendamento sarà molto rigido da parte del presidente della Camera Gianfranco Fini che anche stamani ha ribadito l’ intenzione di sottoporre l’ eventuale maxiemendamento a un rigoroso e attento esame. Nel caso Fini bocciasse alcune delle richieste, l’ esecutivo potrebbe solo introdurre le modifiche in Senato, ma si prospetterebbe per Montecitorio una terza lettura agostana.

Per il governo, comunque, sarà la 23esima fiducia dall’ inizio della legislatura. Decisione che la maggioranza condivide. “La fiducia? Necessaria, ha assicurato il capogruppo della Lega Roberto Cota, perché il Paese ci chiede di approvare queste misure in tempi brevi, prima dell’ estate, e questo è l’ unico modo per dare certezza sulla tempistica”. Nel merito, “il decreto anticrisi rappresenta il giro di boa per l’ Italia, che grazie alle norme che saranno varate uscirà presto e bene dalla negativa congiuntura economica internazionale”, ha commentato Italo Bocchino, vicepresidente del Pdl alla Camera.

Diverso il commento dell’ opposizione. Antonio Borghesi, dell’ Idv, commenta: “Gli unici a essere agevolati sono i corruttori e gli evasori fiscali che con l’ introduzione dello scudo potranno regolarizzarsi sborsando somme esigue a danno dei cittadini onesti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>