Il Presidente Napolitano riceve il WWF

di Mariella Commenta

Il WWF incontra le massime cariche dello Stato per un’ alleanza a sostegno della biodiversità. L’ incontro al Quirinale con il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inaugurato gli scambi istituzionali del WWF per l’ Anno della Biodiversità per indicare una road map di interventi affinché il nostro Paese compia tutti i passi necessari per confermare e difendere il patrimonio di biodiversità di cui l’ Italia detiene il primato europeo.

Fulco Pratesi, Presidente onorario WWF: “L’incontro con il Presidente Napolitano (il personaggio di cui gli italiani hanno più fiducia, stando ad un recente sondaggio Eurispes) è stato per me, che lo conosco da decine di anni, una grande gioia. Ho sempre apprezzato la sua sensibilità per la natura. Ricordo ancora l’ aiuto che mi diede, da Presidente della Camera dei Deputati, quando mi misi in testa di abbellire con piante di agrumi lo squallido cortile del palazzo di Montecitorio. Oppure ll piacere con cui Lui e la Signora Clio apprezzavano i miei acquerelli di animali oppure, in tempi meno remoti, la calda accoglienza con cui, nell’ ultima Giornata delle Oasi WWF, ci accolse nella splendida cornice della Tenuta di Castelporziano.

Anche nell’ incontro del 25, ho potuto, assieme ai colleghi, constatarne di persona l’ interesse e la profonda conoscenza dei problemi. E apprezzare la sensibilità con cui ha replicato alle nostre richieste, dimostrandosi ben consapevole dell’ importanza per l’ Italia di saper conservare quello che ci ha fatto meritare l’ appellativo di Giardino d’ Europa. Un giardino ricco di una biodiversità che pochi altri Paesi d’ Europa possono vantare, ma che ancora gli italiani poco fanno per proteggere e conservare”.

Entra così nel vivo la campagna del WWF per l’ Anno della Biodiversità. L’ appuntamento lanciato dall’ ONU prevede già il 26 e il 27 prossimi a Madrid la Conferenza dei paesi europei impegnati nel fissare entro marzo il target biodiversità per l’ Europa per il Post 2010. In occasione dei singoli incontri il WWF presenterà un pacchetto di proposte istituzionali ed uno speciale Calendario della Biodiversità che evidenzia gli appuntamenti principali che nel 2010 vedranno il nostro Paese impegnato sia al livello nazionale che internazionale su questo tema.

Ecco un’ anticipazione di alcune delle proposte WWF indicate come prioritarie per l’ Italia: la definizione di una Strategia Nazionale della Biodiversità, preceduta da un’ apposita Conferenza preparatoria; la definizione nell’ ordine del giorno del Parlamento di una Legge quadro sulla biodiversità che contempli anche l’ istituzione di un apposito Fondo per la biodiversità; la considerazione della biodiversità quale patrimonio facente parte integrante della ricchezza della Nazione.

Nell’ incontro con il Presidente sono stati anche affrontati i problemi che minacciano direttamente in Italia la biodiversità, dal consumo del suolo alla caccia, dalla carenza di finanziamenti per gli enti preposti (come i parchi) alla mancanza di una pianificazione complessiva degli interventi. La delegazione del WWF Italia (composta da Fulco Pratesi – Presidente Onorario, Stefano Leoni – Presidente, Gaetano Benedetto – Codirettore Generale, Gianfranco Bologna – Direttore Scientifico, Patrizia Fantilli – Resp. e Coordinatore Ufficio legale e legislativo) ha sottolineato come esistano strumenti normativi ed accordi internazionali che poi vengono scavalcati dall’applicazione di politiche settoriali.

A titolo di esempio è stata presa la cosiddetta Carta di Siracusa, fortemente voluta dal Ministro Prestigiacomo e condivisa dal WWF, ma la cui attuazione si fa ancora attendere. Anche per questo si è richiamata la necessità di un momento generale di riflessione, quale una Conferenza Nazionale della Biodiversità (che il Ministro dell’ Ambiente vorrebbe), per restituire alle varie problematiche una visione d’ insieme ed una loro contestualizzazione che sottolinei la priorità che deve essere garantita alle azioni di tutela.

Il calendario di scambi istituzionali del WWF prevede poi colloqui ufficiali tra la delegazione,composta dal Presidente onorario, Fulco Pratesi, e dal Presidente, Stefano Leoni, con il Presidente della Camera, on. Gianfranco Fini, con il rappresentante del Coordinamento delle Regioni, Silvio Greco. Anche il Ministro dell’ ambiente, della tutela del territorio e del mare, on. Stefania Prestigiacomo, ha confermato che fisserà a breve un incontro con il WWF per confrontarsi approfonditamente sul percorso che dovra’ portare entro il 2010 alla definizione della Strategia nazionale della biodiversità.

Anche il Presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, ha incontrato il WWF. Per la Toscana si tratta di un evento particolarmente importante perchè, come ha sottolineato lo stesso presidente Martini, “siamo stati i primi, e finora anche gli unici in Italia, ad assumerci l’ impegno di approvare entro il prossimo anno il Piano di azione regionale a tutela della biodiversità“.

Tra gli altri incontri: il Presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi; l’ assessore all’ agricoltura e l’ assessore all’ ambiente della Campania; gli assessori della Calabria all’ ambiente e all’ agricoltura, l’ assessore all’ ambiente e all’ agricoltura della Liguria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>