Giorgio Napolitano muore a 98 anni

di Daniele Pace 381 views0

Spread the love

L’ex presidente italiano Giorgio Napolitano muore all’età di 98 anni. Le condizioni di salute di Napolitano hanno continuato a peggiorare negli ultimi mesi. Martedì mattina è diventato critico. Napolitano, presidente della Repubblica italiana dal 2006 al 2015, è stato il primo presidente in assoluto ad essere rieletto per un secondo mandato. Fu anche il presidente più longevo e longevo della storia della Repubblica Italiana.

Un parlamentare esperto

Napolitano rappresentava l’ala migliorista (da migliore, che significa “migliore” in italiano) all’interno del Partito Comunista Italiano. Il termine migliorista è stato coniato poiché lo scopo principale dell’ala era migliorare il sistema capitalista italiano introducendo gradualmente riforme.  È stato l’undicesimo Presidente della Repubblica Italiana dal 15 maggio 2006 al 14 gennaio 2015.

Il politico aveva già ricoperto la carica di Presidente della Camera dei Deputati durante l’XI Legislatura: nel 1992 succedette a Oscar Luigi Scalfaro, divenuto Presidente della Repubblica. È stato anche ministro dell’Interno nel governo Prodi. Inoltre, è stato membro quasi ininterrotto della Camera dei Deputati dal 1953 al 1996, nonché membro del Parlamento Europeo dal 1989 al 1992, e di nuovo dal 1999 al 2004.

Nel 1996, quando lasciò il Parlamento, era ampiamente considerato l’ancora di stabilità dell’organismo. Gli fu assegnata la carica di ministro degli Interni, il primo politico con radici comuniste in quell’incarico di legge e ordine. Dieci anni dopo, all’età di 81 anni, accettò con riluttanza la presidenza italiana. Dopo aver scelto Monti per succedere a Berlusconi, ha scelto altri due primi ministri, Enrico Letta nel 2013 e Matteo Renzi nel 2014, prima di ritirarsi nel 2015. I libri di Napolitano, la maggior parte dei quali su politica e governo, includevano un libro di memorie, “Dal P.C.I. al socialismo europeo” (2005), e “Una e indivisibile: riflessioni su 150 anni della nostra Italia” (2011).

Nel 2005 Napolitano è stato nominato senatore a vita. Uno dei leader più anziani del mondo.

Napolitano era anche il capo di stato più antico d’Europa e il terzo più antico del mondo, subito dopo il presidente della Repubblica dello Zimbabwe, Robert Mugabe, e il re Abdullah dell’Arabia Saudita. La sua morte, in clinica, è stata annunciata dall’attuale presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale ha affermato in un comunicato che la vita di Napolitano “rispecchia gran parte della storia della seconda metà del ‘900, con i suoi drammi, la sua complessità, i suoi obiettivi e le sue speranze”. Dopo mezzo secolo di vita pubblica, l’ex presidente Napolitano si è trovato coinvolto in uno strano paradosso. Ex leader di alto rango del Partito Comunista italiano, è stato determinante nel salvare dalla rovina la terza economia capitalista più grande d’Europa. E lo ha fatto senza potere esecutivo, avvalendosi solo dell’autorità di un capo di Stato istituzionale e garante della Costituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>