Nuovo governo a guida Mario Monti?

di Mariella Commenta

 Appoggio di Terzo Polo e Pdm, ma la Lega conferma che resterà all’opposizione nell’ipotesi un governo tecnico.
Contrario anche l’Idv, il Pdl prenderà una decisione ufficiale e definitiva sabato sera, quando si riunirà l’ufficio di presidenza. Ma nel partito c’è tensione: una parte degli ex An e anche alcuni ministri ex Fi preferiscono un ritorno anticipato alle elezioni e hanno espresso a Berlusconi tutte le perplessità verso una scelta che, secondo loro, danneggerebbe il partito. Contrario anche il segretario Angelino Alfano, che da ore tenta la mediazione tra le diverse posizioni.

Comunque ogni decisione è rimandata a sabato sera, quando il parlamentino del Pdl sarà chiamato a pronunciarsi ancora, anche se lo aveva già fatto nei giorni scorsi decretando la linea delle elezioni anticipate in caso di caduta del governo. Una nuova riunione per cambiare posizione e dare il via libera all’appoggio al governo Monti, ma con la garanzia che gli scontenti non daranno vita a scissioni, gruppi autonomi o fughe e il partito resterà unito.
Per Berlusconi la scelta di Monti è ormai ineludibile e ai vertici del partito riuniti a palazzo Grazioli ha assicurato: ”Sono aperto ai vostri suggerimenti, considerate però che io devo tutelare gli interessi del Paese, l’Italia viene prima di tutto”. Ma la Lega resta sulle sue posizioni.
Maroni parte sua dichiara apertamente: ”Nel caso il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano decidesse di dare l’incarico di governo a qualcuno non espressione della maggioranza la Lega non entrerà in questo governo e passerà all’opposizione”.
E Calderoli altrettanto chiaramente afferma: ”Se fossero vere le indiscrezioni saremmo di fronte ad un esecutivo politico e non certamente tecnico, un esecutivo di evidente connotazione ribaltonistica”.
Intanto, la prospettiva di un governo Monti ha calmato i mercati e ha fatto tornare la fiducia nei partner internazionali. Barack Obama ha espresso ”la sua fiducia nella leadership del presidente Napolitano per la formazione di un governo ad interim che attuerà un programma massiccio di riforme e ristabilirà la fiducia dei mercati e di Angela Merkel, che così commenta: ”Ho l’impressione che l’Italia sia sulla buona strada”. E intanto la cancelliera invita le autorità italiane a chiarire al più presto la situazione politica e a realizzare al più presto le misure di austerità promesse perché il tempo stringe”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>