Risultato favorevole al centro-destra nel secondo turno delle amministrative

di Mariella Commenta

Bilancio favorevole al centrodestra nelle cinque province al ballottaggio. Risultato inverso nei sei comuni capoluogo, con l’affermazione del centrosinistra. È questo il responso dei ballottaggi per le amministrative. Il centrodestra si aggiudica tre province (Asti, Foggia e Catanzaro), mentre il centrosinistra vince a Roma e Massa. L’unico ribaltone a Foggia, dove l’amministrazione uscente era di centrosinistra. Nei sei comuni capoluogo spiccano i cinque successi del centrosinistra (Sondrio, Vicenza, Massa, Pisa, Udine), con due ribaltoni a Sondrio e Vicenza. Affermazione del centrodestra a Viterbo.

Province. Tre province al centrodestra, due al centrosinistra. Un solo ribaltone, a Foggia. È questo il risultato che si profila nelle cinque province al ballottaggio. Vittorie del Pdl ad Asti, Foggia e Catanzaro, affermazioni di Pd e alleati a Roma e Massa Carrara. Nella provincia di Asti conferma dell’amministrazione di centrodestra con Maria Teresa Giovanna Armosino che riscuote il 58% dei consensi e distanzia Roberto Peretti al 42%. Affermazione del centrosinistra a Massa Carrara. Osvaldo Angeli diventa presidente della provincia con il 55,4% dei voti contro il 44,6% del suo rivale, Sandro Bondi, portavoce di Forza Italia.

Nella provincia di Roma si profila la vittoria di Nicola Zingaretti, sostenuto dalla coalizione di centrosinistra, con il 51,5% dei voti rispetto al 48,5% di Alfredo Antoniozzi. Vittoria del Pdl nella provincia di Foggia. L’unico ribaltone rispetto alle precedenti amministrative vede come vincitore Antonio Pepe con il 54%, candidato del Pdl, su Francesco Paolo Campo che raccoglie il 46% dei voti. Risultato favorevole al centrodestra anche a Catanzaro: Wanda Ferro diventa presidente della provincia con il 60,1% mentre Pietro Amato, candidato del centrosinistra si ferma al 39,9%.

Comuni capoluogo. Cinque comuni capoluogo al centrosinistra (Sondrio, Vicenza, Udine, Massa e Pisa), uno al centrodestra (Viterbo). È questo il responso del ballottaggio nei sette capoluoghi. Due ribaltoni per Pd e alleati, a Vicenza e Sondrio. A Sondrio diventa sindaco Alcide Molteni, con il 54,2% dei voti. Il candidato del centrosinistra batte Aldo Faggi del Pdl che si ferma al 45,8%. L’altro ribaltone favorevole al centrosinistra a Vicenza, dove Achille Variati con il 50,5% dei consensi supera al fotofinish Amalia “Lia” Sartori, che arriva al 49,5%.

Vittoria del centrosinistra anche a Udine. Il nuovo sindaco del capoluogo friulano è Furio Honsell con il 52,7% dei voti su Enzo Cainero, che arriva al 47,2%. A Massa duello tutto interno al centrosinistra tra Roberto Pucci, sostenuto dalla sinistra radicale e Fabrizio Neri, candidato di Pd e Idv. Vince il candidato della Sinistra Arcobaleno con il 54,3% dei consensi rispetto al 45,7% del rivale. Vittoria del centrosinistra anche a Pisa: Marco Filippeschi candidato del Pd batte con il 53,1% dei voti Patrizia Paoletti Tangheroni che raccoglie il 46,9%. Nel Lazio affermazione del centrodestra a Viterbo. Giulio Marini, candidato del Pdl supera con il 62% dei voti Ugo Sposetti, del Pd, che arriva al 38%.

Comuni non capoluogo. Nei ballottaggi dei 37 comuni non capoluogo, bilancio favorevole al centrodestra. Pdl e alleati conquistano 21 comuni, 14 vanno al centrosinistra mentre negli altri 2 vincono liste centriste. Il ribaltone più significativo a Viareggio dove il candidato del Pdl, Luca Lunardini, con il 61,8% dei voti supera il rivale del Pd, Andrea Palestini.

www.partitodemocratico.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>