Berlusconi a Ballarò: “L’ opposizione in Italia sono i giudici comunisti”

di Mariella Commenta

BERLUSCONIIn un intervento telefonico a sorpresa a “Ballarò” Silvio Berlusconi attacca i giudici (nel giorno della sentenza Mills) e la tv pubblica. “L’ anomalia italiana non è Silvio Berlusconi, ma sono i pm e i giudici comunisti di Milano che da quando Berlusconi è sceso in politica lo hanno aggredito in tutti i modi. I pm sono la vera opposizione nel nostro Paese”.

La prima risposta dei giudici è arrivata per bocca del procuratore aggiunto di Milano, Alfredo Robledo, titolare in passato di inchieste che riguardavano Berlusconi: “Se le nostre toghe sono rosse, lo sono per il sangue versato dai magistrati che hanno pagato con la vita la difesa della legalità e dei valori costituzionali, a cominciare da Falcone e Borsellino”.

Il procuratore capo della Repubblica di Siracusa Ugo Rossi: “Definire comunisti i colleghi delle procure che lavorano seriamente è inammissibile: il lavoro dei magistrati del pubblico ministero, peraltro, trova poi conferma nelle pronunce dei giudici. E, allora, o siamo tutti comunisti o non possono esserlo solamente le procure”. Alle domande dei giornalisti che chiedevano un commento sulle dichiarazioni sui giudici del premier, il procuratore capo Rossi le ha definite un fatto gravissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>