Attilio Fontana ed il triste commento per la vittoria di Jacobs

di Daniele Pace Commenta

Veramente barbina la figura del presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, che sta facendo dopo un post infelice su facebook.

Attilio Fontana si definisce “personaggio politico” ed è proprio da quando i politici sono diventati personaggi che certi scivoloni sono quasi all’ordine del giorno. Nel mirino questa volta c’è un post infelice volto a festeggiare la vittoria di Marcel Jacobs ai 100mt e medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo. Il post è chiaro e non lascia intendere diversamente l’intenzione ma soprattutto il campanilismo allucinante di cui è condito. Per andare a commentare cliccate qui.

Il post è abbastanza eloquente sullo schernire e dividere un Paese che in teoria da questa vittoria è rappresentato interamente, come lo stesso atleta olimpico ha dichiarato ai microfoni, lo stesso atleta olimpico che pure ha dovuto giustificare la sua innegabile cittadinanza italiana. Sono post come questo che poi uniscono ignoranza a razzismo becero. Nei commenti sono intervenuti anche altri politici richiamando all’attenzione questo suo becero comportamento, ma il post non viene rimosso, resta ancora li e probabilmente così rimarrà. Tra i politici che sono intervenuti nei commenti troviamo Danilo Toninelli che incalza dicendo:

Lui è un grande italiano a differenza tua che con questi post continui a dimostrarti minuscolo.

Effettivamente per dare manforte a Toninelli bisogna dire che fortunatamente nel mondo è conosciuto Jacobs a rappresentare L’Italia mentre un Attilio Fontana qualsiasi purtroppo lo conosciamo solo noi ed aggiungere anche per fortuna che non è lui a rappresentarci nel mondo. Un utente semplice invece fa notare un’altra cosa, ovvero che:

La Lombardia il virus l’ha fatto correre molto bene.

Una piccola frecciatina alla gestione in emergenza covid, dove la stessa regione oltre ad essere la più colpita ed in difficoltà, ha fatto anche da epicentro per quella che poi è stata l’espansione in tutta Italia. Qualcun’altro invece ritrova l’occasione per menzionare i recenti europei con l’Italia campione dicendo che il miglior giocatore del torneo e colui che in teoria ci ha salvato nei rigori finali, ossia Mr Gianluigi Donnarumma, è nato nel Sud Italia e che quindi il paragone non sussiste, proprio perché l’Italia quando vince negli sport è grande in tutta la sua interezza e lo sport serve ad unire non dividere. In un paese normale personaggi del genere sarebbero stati già radiati dal proprio ruolo tempo fa, ma tant’è che in Italia se c’è una cosa che non funziona è proprio questa. Chiudiamo poi con il commento di uno degli autori / editori più importanti in Italia, Matteo Bussola, che dice:

La decenza, questa sconosciuta.

una foto piccola per un personaggio piccolo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>