Beppe Pisanu, Berlusconi contribuisca nascita governo unità

di Mariella Commenta

 Il senatore Beppe Pisanu: Chiediamo al presidente Berlusconi di contribuire con tutto il suo peso politico alla nascita di un governo di unità e salvezza nazionale. Più si arrocca, più cresceranno le sue responsabilità nella crisi. Ma continuo a confidare nell’intelligenza di Berlusconi e nella coerenza politica di tanti colleghi del Pdl.

Alla convention del Terzo Polo a Roma il senatore del Pdl Beppe Pisanu ha dichiarato ancora: ”Credo che sia giunto il momento che il Terzo polo allarghi la sua via nuova, aprendo la sua offerta politica anche ad altri, per fare strada non soltanto agli scontenti del Pd e del Pdl, che sono sempre più numerosi non solo tra i cattolici ma anche tra i laici. Ma ampliarla anche alle forze del mutamento che si sono mosse negli ultimi tempi, dai social network alle piazze’‘.
“L’Italia di oggi sta male, rischia di finir peggio. Il paradigma italiano non sono i ristoranti affollati, ma le mense della Caritas che si riempiono di nuovi poveri. L’umiliazione internazionale non ha precedenti nella storia della Repubblica e l’ostilità crescente dei mercati ce la siamo creata noi con i nostri errori di politica economica”.
Continua il senatore Beppe Pisanu, alla convention del Terzo polo: “Coloro che nel Pdl vedono queste cose e le denunciano e chiedono di cambiarle non sono dei traditori, ma dei traditi. Come tanti di loro sono persuaso che l’Italia ha tutte le risorse necessarie per superare la crisi e recuperare il posto che le spetta nell’Italia e nel mondo. Non parlo a nome dei malpancisti del Pdl, anche perché il termine non mi piace. Ho mal di testa e mal di cuore per la situazione del nostro Paese”.
Angelino Alfano invita le opposizioni a votare insieme alla maggioranza alcune delle misure anti-crisi: “Andiamo in Parlamento e facciamole. Noi non condividiamo le cose da fare con l’opposizione, ma siccome non siamo delle persone chiuse pensiamo che alcun delle misure anti-crisi contenute nella lettera inviata all’Europa “possiamo condividerle. E allora, dico, se sono giuste perché non votarle solo per mandare a casa Berlusconi? Andiamo in Parlamento e votiamole, altrimenti dimostrano che per loro la caduta di Berlusconi viene prima del bene comune e del Paese”.
Claudio Scajola nel corso di un’intervista a Sky Tg 24:“Non farò mancare la fiducia al governo Berlusconi. Il premier farà le sue valutazioni sulla situazione politica. Se ci sono i numeri, e questa è una sua responsabilità, andrà avanti. Altrimenti ci possono essere nuove soluzioni per garantire un governo efficace, ma spetta sempre a Berlusconi trovare una soluzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>