Il messaggio di Benedetto XVI per il Capodanno 2010

di Mariella Commenta

 Il primo dell’ anno è la Giornata mondiale della pace. Il Pontefice quest’ anno ha dedicato la ricorrenza al tema dell’ ecologia, intitolando il suo messaggio tradizionale, diffuso dalla Santa Sede nelle scorse settimane, Se vuoi coltivare la pace, custodisci il creato. Il Papa ha detto che è importante essere educati fin da piccoli al rispetto dell’ altro, anche quando è differente da noi, e ad una responsabilità ecologica, basata sul rispetto dell’ uomo e dei suoi diritti e doveri fondamentali. Ha poi osservato: «Ormai è sempre più comune l’ esperienza di classi scolastiche composte da bambini di varie nazionalità – ma anche quando ciò non avviene, i loro volti sono una profezia dell’ umanità che siamo chiamati a formare: una famiglia di famiglie e di popoli.

Ha poi detto che è necessario investire nell’ educazione, proponendosi come obiettivo, oltre alla necessaria trasmissione di nozioni tecnico – scientifiche, una più ampia e approfondita responsabilità ecologica. Solo così l’ impegno per l’ ambiente può diventare veramente educazione alla pace e costruzione della pace. Serve ecologia umana e ambientale.

Il Papa ha, infine, rivolto uno speciale augurio al presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano. “A lui, alle altre autorità dello Stato e all’ intero popolo italiano – ha detto – formulo ogni miglior auspicio per l’ anno appena iniziato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>