Messaggio di Silvio Berlusconi sul sito web del Pdl: “Grazie di cuore ai tantissimi che mi hanno mandato messaggi di vicinanza e di affetto”

di Mariella 6

“Ripeto a tutti di stare sereni e sicuri, aggiunge il presidente del Consiglio. L’ amore vince sempre sull’ invidia e sull’ odio”.

Intanto, chi è stato a trovare il presidente descrive l’ amarezza di Berlusconi: Io voglio bene a tutti, voglio il bene di tutti, non capisco perchè mi odino così. Gli amici del premier descrivono un Berlusconi ancora sotto choc per i contorni della aggressione subita così come per il dolore fisico e temono che possano verificarsi nuovi episodi di violenza.

Commenti (6)

  1. presidente berlusconi sono un elettore della lega simpatizzo per lei presidente spero anzi auguro una veloce’ guarigione e sentirla ancora in piazza sono mesi ho una odea fissa non riesco cancellara nella mente sarebbe una mia considerazione il sospetto non centra niente dell’attentato in piazza il sospetto che l’alleato fini faccia il doppio gioco lo vedo molto cambiato auguro una buona guarigione la voglio subito in trincea un buon natale e felice anno nuovo a lei alla famiglia giuseppe

  2. Dolcissimo presidente da quando il suo sito ufficiale è stato chiuso non so piu’ dove scriverle se lei potesse darmi indicazione le sarei molto grata.comunque volevo dirle che mi è molto dispiaciuto quello che le è accaduto ma noi siamo tanti e vinceremo sui miseri. la vogliamo con noi al piu’ presto perchè lei è meraviglioso.volevo farle i miei piu’ sinceri auguri di un felice natale.a persto

  3. Caro presidente, sono davvero dispiaciuto x quello che è successo, le scrivo da Genova dove vivo da sempre, io personalmente non sono andato più a votare, e credo molto poco, nel nostro governo, probabilmente, anzi ne sono certo lei secondo il mio punto di vista, non ha dei collaboratori in grado di gestire al meglio il nostro paese, penso piuttosto, che imparano molto infretta a saper gestire le loro tasche e i propri conti correnti, il problema che io vorrei dire tutte queste cose in pubblico apertamente, ma! mi taglierebbero sicuramente fuori, visti i troppi interessi personali che devono tutelarsi queste persone. Io sono una persona qualuncque, che fà un po troppi errori di ortografia, ma ambizioso, molto ambizioso, e un sognatore, vorrei fare qualcosa x la nostra gente dare speranze certezze con tranquillità e sicurezza del buon fine, però ripeto sono solo uno che lavora nel porto. non le nego che vorrei creare un partito, dove tutti all’interno lavorano e credono in quello che fanno, non come tanti altri partiti nati si, con lo scopo di fare del bene, ma poi deviati con l’intenzione di fare solo x se stessi, x avere una poltrona più grande, bè io sono un uomo di parola che quando dice una cosa la esegue ad ogni costo, proprio come lei presidente, Vorrei parlare con lei di persona ma so che non è possibile, a dire il vero non so nemmeno se lei leggerà questa mi lettera, confido solo nella fortuna che un giorno magari lei la legga, avrei tante cose da dirle e sopratutto vorrei stringere la mano ad un uomo che a fatto tanto x noi e l’Italia. grazie sign. Berlusconi.

  4. sig presidente berlusconi sono un umile cittadino dell’isola d’ischia,mi permetto di chiederle se lei e accorrente di cosa sta succedendo sulla nostar isola , e qui apro una parentesi non so se questa isola e piu mia perche mi fanno sentire estraneo nel mio paese e sono tanti che la pensano come me.dicevo qui le cose stanno pian piano andando male la gente e disperata vogliono abbatterci le case sopratutto chi ne ha una sola ma se io sonoitaliano e lo spero e se lacostituzione dice che ogni cittadino deve averne 1 perche si incaponiscono su queto abbusivismo le chiedo di intervenire lei la sempre fatto con merito e consensi ,sig presidente siamo teristi noi qui a ischia all’incontrario di haiti stiamo subbendo un terremoto volutodal potere no un terremoto naturale , finiamola cercate di starci vicino la gente non arriva a fine mese la crisi si fa molto sentire e nonostante portiamo avanti le famiglie con fatica loro ci vogliono mandare sotto i ponti ci vogliono annullare del tutto sig papa’ io cosi la chiamo perche per me e come il papa buono che interviene e da parole giuste per crescere i figli e questi figli siamo noi grazie

  5. egreggio presidente la scrivo da forio d’ischia per chiederle se è consapevole di ciò che sta accadendo sulla nosta bellissima isola.Io fortunatamente non mi trovo nella lista di coloro acui si deve abbattere la casa.Mi rivolgo a lei anche se perso che non leggerà mai queste righe, perche vorrei che sapesse che ad ischia il problema non e se abbattere le casa ma a cosa sta portando tutto ciò (il crollo del turismo).qui siamo lavoratori staggionali non abbiamo altro già c’è crisi e noi che campiamo di 6 mesi di lavoro non li teniamo neanche piu. ci sono alberghi che non riapriranno altri che sono sottoposti a sequestro per abbusivismo (però toglievano dalla strada parecchia gente).Io mi chiedo fine dobbiamo fare noi isolani e mi piacerebbe tanto sapere da Lei che parla tanto e sembra che voglia darci un mondo migliore,come vuole gestire questa situazione che ormai e al tracollo

  6. Caro presidente Silvio Berlusconi,
    con tutto il rispetto del governo per favore potete far perdere il posto a quel sindaco di quel comune che ha obbligato per legge a rimanere i bimbi a pane e aqua con tanto affetto tanti auguri a tutta l’italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>