Evento. Decima giornata della cultura ebraica

di isayblog4 Commenta

Domenica 6 settembre 2009 (il 17 Elul 5769 del calendario ebraico) si è svolta, per la decima volta, la Giornata Europea della Cultura Ebraica, manifestazione che, quest’ anno, ha avuto come tema centrale quello delle feste e delle tradizioni ebraiche, evento che, nel nostro paese è stato promosso dall’ Unione delle Comunità Ebraiche Italiane con l’ Alto Patronato dei Ministeri per i Beni e le Attività Culturali, dell’ Istruzione dell’ Università e della Ricerca e delle Politiche Europee.

Come nella tradizione, ogni paese sceglie una città capofila, e in Italia, quest’ anno, su 59 località coinvolte, la scelta è caduta sulla cittadina di Trani (per secoli, la realtà pugliese è stata punto di riferimento di tutte le comunità ebraiche del Sud Italia, fino all’ editto di espulsione datato 1541, emanato dal Re spagnolo Fernando), decisione che è stata definita dal medesimo Presidente dell’ Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Renzo Cattegna una coraggiosa avventura in una regione dove non ci sono comunità ebraiche e la presenza di correligionari e limitata, ma che assiste oggi a un interessante risveglio di vita ebraica e di interesse verso l’ ebraismo e la cultura ebraica.

Nel capoluogo lombardo la giornata, invece, si è aperta, presso la sinagoga di Via della Guastalla, con il saluto delle autorità (erano presenti rappresentanti della Regione, del Comune e della Provincia) ed è continuata con interventi di rabbini e personalità di spicco della cultura ebraica che, partendo dalla centralità del tema di quest’ anno, hanno intrattenuto il numeroso pubblico accorso con citazioni bibliche e spiegazioni collegate alla vita quotidiana e storica.

Fra i contributi delle autorità presenti un ruolo di primo piano è stato svolto dal Presidente del Consiglio Comunale Manfredi Palmeri, il quale, nel suo intervento, dopo avere elogiato il dialogo vivo e stretto che lega la comunità ebraica milanese con il Comune di Milano e con il Sindaco Moratti ha fatto una panoramica delle iniziative comuni che sono state intraprese nei mesi.

Anche le opposizioni non hanno voluto mancare all’ appuntamento, come testimoniato dal candidato alla Segreteria del Pd Gian Luigi Bersani, il quale, incontrando il Presidente della comunità ebraica milanese Leone Sued, ha sottolineato la “necessità di riflettere sull’ esigenza da parte degli italiani di conoscere questa grande tradizione culturale e religiosa“.

Un cenno, inoltre, al contributo del Ministro Bondi che, intervenuto dalle colonne del mensile Shalom, ha fatto un’ analisi storica delle Leggi Razziali (partendo dal Manifesto del Razzismo Italiano del 14 luglio 1938 e dalla Carta della Razza del successivo 06 ottobre, quest’ ultima poi convertita in un vera e propria legge) e ha concluso come solo sulla reale metabolizzazione della propria storia e dei propri errori, si può costruire una nazione veramente democratica, aperta, in cui i valori fondanti siano condivisi da tutti, in cui i diritti fondamentali siano garantiti per tutti. La Giornata Europea della Cultura Ebraica che quest’ anno è dedicata alle feste e alle tradizioni ebraiche, ci aiuterà, ne sono certo, in questo percorso.

Chiudiamo questa breve panoramica sulla Giornata Europea della Cultura Ebraica riportando le parole del Rabbino Capo di Roma Riccardo Di Segni, il quale ha sottolineato il contributo al progresso del paese, in una alternanza di storie liete e di sofferenza fra insediamenti e cacciate; Trani è un luogo simbolo dell’ ebraismo europeo, in cui gli ebrei hanno vissuto, da cui sono stati cacciati, rimanendo, in pochi e ora si stanno riorganizzando in una delle sinagoghe più antiche d’ Europa, la Scolanova”.

Kevin John Carones

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>