Estero. Notte romantica alla Casa Bianca. Gli Obama come i Kennedy

di Mariella Commenta

Proprio come i Kennedy, che fecero della Casa Bianca un “cenacolo” da cui diffondere cultura, gli Obama hanno organizzato martedì sera al 1.600 di Pennsylvania Avenue una serata dedicata alla lettura di poesie e all’ interpretazione di pezzi musicali: “Una notte di Poesia, Musica e Parola parlata”.

Sulla scena, tra l’ altro estratti di opere di Shakespeare, tra il pubblico del Salone Est della Casa Bianca attori, scrittori, compositori. Lui in completo scuro di ordinanza; lei, in disinvolti pantaloni bianchi, blusa floreale che le lasciava una spalla scoperta, e vistosi orecchini bianchi a illuminarle il volto.

Gli Obama hanno ricevuto, l’ attore James Earl Jones, la contrabassista, vocalist e compositrice, Espera Spalding, il drammaturgo e attore Lin Manuel Miranda, insieme a un gruppo di studenti universitari. La first lady ha sempre detto di voler aprire la Casa Bianca a tutto il mondo e ha già organizzato vari incontri culturali.

E siccome è convinta che occorra restituire alle figlie un clima di normalità, ha già riunito alla Casa Bianca gli amici di famiglia in varie cene, feste, proiezioni cinematografiche, eventi sportivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>