Ammortizzatori in deroga: intesa regione – sindacati

di Mariella Commenta

Sull’ utilizzo dei fondi per gli ammortizzatori sociali in deroga è stato raggiunto l’ accordo operativo tra Regione Lombardia, sindacati e parti sociali, in una riunione al Palazzo della Regione. Lo annunciano il presidente Roberto Formigoni e il vicepresidente Gianni Rossoni, assessore all’ Istruzione, Formazione e Lavoro. “Manteniamo l’ impegno che ci siamo assunti all’ inizio della crisi: vogliamo che nessun lavoratore lombardo rimanga solo di fronte alla difficoltà”, commenta Formigoni. “Infatti potranno usufruire delle risorse finanziarie tutte le tipologie di lavoratori subordinati, compresi gli apprendisti e i cosiddetti somministrati”.

L’ intesa di oggi dà concreta attuazione agli accordi fra Governo e Regioni del 12 febbraio (che stanziavano 1,5 miliardi per la Lombardia) e a quello sottoscritto fra Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale e Regione Lombardia il 16 aprile scorso (che metteva a disposizione una prima tranche di 70 milioni).

“L’accordo – continua Formigoni – prevede l’ integrazione delle politiche passive con le politiche attive per il lavoro: i destinatari degli ammortizzatori in deroga usufruiranno infatti non solo del sostegno al reddito, ma anche di incentivi per partecipare a percorsi di formazione, qualificazione professionale, reinserimento lavorativo. È importante infatti tener abbinate le due dimensioni, sostegno al reddito e percorso di riqualificazione, per poter disporre degli strumenti necessari quando verrà il momento di rientrare nel mondo del lavoro”.

“L’ accordo – dichiara Rossoni – corona un proficuo lavoro di dialogo e di confronto tra Regione Lombardia e parti sociali e dimostra la responsabilità che tutti gli attori in gioco hanno adoperato in questa fase così delicata. Credo che la condivisione dell’ accordo segni anche un riconoscimento importante verso un modello di politica più vicino alla persona, proprio perché coniuga indennizzo al mancato reddito con l’ investimento sulle competenze e conoscenze in una logica di reinserimento lavorativo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>