Fini a Mirabello: il Pdl non esiste più ma avanti senza ribaltoni

di Mariella Commenta

Fini a Mirabello: il Pdl non esiste più ma avanti senza ribaltoni

Gianfranco Fini: “Non si può rientrare in un partito che non c’è più. Si va avanti senza farsi intimidire. Il Pdl, così come l’avevamo concepito, è finito il 29 di luglio. E non perché qualcuno se ne è andato, ma perché è venuto meno all’interno il confronto di idee che è il sale delle democrazia. Oggi dunque non c’è più il Pdl, ma c’è il partito del predellino. Si va avanti senza ribaltoni o ribaltini, senza cambi di campo. E senza atteggiamenti che possano dare in alcun modo agli elettori la sensazione che noi si abbia raccolto voti nel centrodestra per poi portarli da qualche altra parte. Ma si va avanti, convinti della necessità di onorare quel patto con gli elettori, ma fino in fondo, senza magari aggiungerci qualche parte che nel programma non c’era e che invece diventa un’emergenza. Lavoriamo per unire e non per dividere, no a scorciatoie giudiziarie contro Berlusconi“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>