Renato Brunetta: è guerra giornalistica

di Mariella Commenta

Renato Brunetta: è guerra giornalistica

Il ministro della Funzione Pubblica: “Siamo in una guerra giornalistica e di potere di giornali che usano i lettori e li strumentalizzano. Il disegno di legge sulle intercettazioni è positivo perché rappresenta una regolazione dell’ inaccettabile imbarbarimento della vita pubblica italiana e non solo politica. Quella di oggi non è libertà di stampa ma un’ imbarbarimento e una regolazione di questo imbarbarimento è positiva. Il ddl sulle intercettazioni è un passo in avanti, ma il problema è la qualità e soprattutto la proprietà dei giornali, che sono di gruppi industriali che pensano non a fare giornalismo ma a far progredire i propri interessi. Sono molto critico con gli editori impuri che non hanno a cuore gli interessi dei lettori ma i propri interessi condizionati da pregiudizi industriali ed economici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>