Torna sui binari il Treno Verde

di Mariella Commenta

 Anno nuovo, medesimo allarme smog. A lanciare l’ allarme è il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato, realizzato anche grazie al contributo di Telecom Italia, la campagna di monitoraggio sull’ inquinamento atmosferico e acustico che festeggia i suoi 20 anni attraversando nuovamente l’ Italia per informare su mobilità sostenibile, energia rinnovabile, risparmio energetico, scelte d’ acquisto responsabili e una gestione ottimale dei rifiuti. Clima, rinnovabili e risparmio energetico protagonisti del convoglio ambientalista.Torna sui binari il Treno Verde

A presentare i dati aggiornati sull’ inquinamento atmosferico è l’ edizione 2010 del Treno Verde, alla stazione di Roma Termini, nel corso di una conferenza stampa a bordo del treno erano presenti il presidente nazionale di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza, l’ amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti e il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli.

“I dati presentati oggi, con molte città già vicine al superamento del limite di legge per il Pm10, dovrebbe far riflettere in modo approfondito sul tema della mobilità urbana, principale causa dell’ inquinamento atmosferico e acustico, dello stress, della scarsa qualità della vita – ha dichiarato Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazione di Legambiente – . Non è una novità che tutti gli investimenti, locali e nazionali abbiano fino ad ora privilegiato il trasporto su gomma a danno delle forme di mobilità alternative”.

Una mobilità diversa e sostenibile: è per questo che il torna sui binari il Treno Verde, lo storico convoglio ambientalista, al suo 20° anno, che da oggi riparte alla volta di 9 città italiane per monitorare la qualità dell’ aria e l’ inquinamento acustico, ma anche per informare e sensibilizzare i cittadini sulle tematiche ambientali, raccogliendo la grande sfida ambientale contro i mutamenti climatici. Partendo da Roma, il Treno Verde si dirigerà quindi a Messina, Crotone e Potenza, risalendo poi la penisola attraverso Latina, Ancona, Ravenna, Vicenza, Milano e Genova.

Per ogni tappa il Treno Verde analizzerà la qualità dell’ aria e i livelli di rumore attraverso le rilevazioni condotte dal Laboratorio mobile dell’ Istituto sperimentale di RFI (Rete Ferroviaria Italiana), la società dell’ infrastruttura del Gruppo Ferrovie dello Stato, mentre per il secondo anno l’ equipaggio del Treno Verde, con l’ ausilio di attrezzature scientifiche fornite da Con.tec, effettuerà monitoraggi ulteriori sulla concentrazione delle polveri sottili anche in altre zone. Oltre al PM10, per ogni città visitata, saranno effettuate anche rilevazioni sulle concentrazioni in atmosfera di benzene, biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e ozono. Nelle varie tappe, durante la mattinata, il Treno Verde ospiterà le visite dei ragazzi delle scuole: la missione del percorso informativo a bordo del Treno Verde è far conoscere il legame che esiste tra consumi, sprechi energetici, inquinamento e cambiamenti climatici. Il pomeriggio il Treno Verde, invece, sarà aperto a tutti i visitatori.

Un mondo tutto attaccato
è lo slogan dei tanti temi affrontati a bordo delle carrozze del Treno Verde: inquinamento, mobilità sostenibile, mutamenti climatici, fonti rinnovabili e risparmio energetico. Problematiche spiegate nelle tre carrozze attraverso una mostra interattiva. La prima carrozza del Treno Verde sarà quindi dedicata alla mobilità sostenibile puntando sul trasporto pubblico, su ferro o su scelte di modelli ecocompatibili.

Grazie a un percorso articolato che va dal pensare globale all’ agire locale, i plastici presenti in seconda carrozza permetteranno a tutti i cittadini di toccare con mano le cause dei cambiamenti climatici e il funzionamento delle fonti di energia rinnovabile: dall’ eolico all’ idroelettrico passando per la biomassa, il fotovoltaico e l’ idrogeno come vettore d’ energia.

Il percorso si conclude con la terza carrozza, dedicata all’ agire locale, che ci spiega in che modo ognuno di noi può dare un concreto contributo per salvaguardare la salute del Pianeta, attraverso il risparmio energetico e idrico. Grazie alla soluzione di Telecom Italia sarà possibile, infatti, essere informati sui livelli di consumo e la spesa effettiva legati all’ energia domestica utilizzata nell’ arco della giornata. Una consapevolezza dalla quale sarà possibile ottenere aiuti concreti per l’ ambiente e vantaggi per l’ economia familiare.

A bordo sarà presente anche il modellino di una casa ecologica: dall’ efficienza energetica degli elettrodomestici fino alla corretta gestione dei rifiuti e il monitoraggio dei consumi domestici. Sul convoglio di Legambiente ci sarà spazio anche per gli incontri e le conferenze organizzate per affrontare a livello territoriale i problemi legati al traffico e all’ emergenza smog e per spronare gli amministratori a trovare soluzioni concrete, efficaci e continuative in tema di mobilità sostenibile, risparmio energetico e riduzione dell’ inquinamento.

Quella di quest’ anno sarà un’ edizione speciale, pensata per festeggiare i 20 anni del Treno Verde a cominciare dal concorso fotografico Obiettivo Città dedicato a chi ama l’ ambiente e lo fa con fantasia. Dall’ inquinamento atmosferico all’ edilizia insostenibile, dal traffico al degrado urbano, i visitatori del Treno Verde saranno chiamati a fotografare esempi di scarsa considerazione dell’ ambiente, ma anche buoni esempi di sostenibilità che vale la pena testimoniare. Le foto digitali più belle saranno premiate con quattro bellissime fotocamere digitali.

Anche quest’anno non mancherà lo storico Trofeo Tartaruga, la particolare gara a cronometro tra diversi mezzi di trasporto, dedicata al tema della mobilità urbana che verrà effettuata in tutte le città tappa del Treno Verde.

Il Treno Verde in sosta nelle stazioni sarà aperto dalle 8.30 alle 13.30 per le visite guidate della scuole prenotate e dalle 16.00 alle 19.00 per tutti i cittadini. L’ ingresso è gratuito.

Ufficio stampa Legambiente nazionale
(06.86268376-99-53)


Ufficio stampa Treno Verde
Chiara Marchionni
Cell. 347 2184795
E-mail: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>