Frana nel Messinese, paese a rischio

di Mariella Commenta

Soldà, vicepresidente dell’ Italia dei Diritti, vuole prevenzione: “L’ Italia ha un elevato rischio idrogeologico, bisogna intervenire in anticipo sul territorio. La protezione civile e le istituzioni nazionali che si occupano delle infrastrutture, dell’ ambiente e del monitoraggio del dissesto idrogeologico sul territorio italiano devono agire affinchè i disastri che sono accaduti nel Messinese mesi fa e, che stanno accadendo ora sempre in quelle zone, non succedano più. La frana nel Messinese ha messo il paese a rischio”“.

“La prevenzione di eventi catastrofici – continua Soldà – è uno degli obiettivi principali che le istituzioni devono prefissarsi. Non bisogna continuamente arginare tali disastri che vengono causati dall’ incuria verso l’ ambiente e da politiche di speculazione edilizia che danneggiano le montagne, i letti dei fiumi e le coste italiane”.

Conclude infine l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: “Gli organismi di controllo del territorio e dell’ ambiente italiani devono rimboccarsi le maniche ed eseguire al più presto un’ indagine di rischio e devono stilare una dettagliata mappa del dissesto idrogeologico in Italia, che è sempre stato uno dei paesi più minacciati da tali calamità“.

Ufficio Stampa Italia dei Diritti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>