Nucleare: con le compensazioni economiche arriva una maxi stangata per gli italiani

di isayblog4 2

Legambiente: “Ma quali bollette più leggere? Alla fine a pagare sarà sempre Pantalone”. Ma da dove arriveranno queste montagne di soldi? Sarà una donazione di qualche nababbo o soldi di un benefattore? L’ eredità di uno zio d’ America o un regalo di Babbo Natale? Il governo finalmente scopre le carte e svela la maxi stangata causata dal ritorno dell’ atomo in Italia: a pagare sarà come sempre Pantalone, con buona pace dell’ alleggerimento delle bollette elettriche sbandierato nell’ ultimo anno e mezzo dal Governo”.

È questo il commento sarcastico di Stefano Ciafani, responsabile scientifico di Legambiente al decreto legislativo sul nucleare previsto dalla Legge Sviluppo, approvato in Consiglio dei ministri, che prevede decine di milioni di euro di rimborso per i territori che ospiteranno le centrali nucleari e sgravi fiscali per comuni, imprese e cittadini che vivono nei pressi degli impianti atomici.

“Il governo deve smetterla con la propaganda sui benefici economici, ambientali ed energetici che garantirebbe il progetto di nuove centrali nucleari, dal quale la stessa cancelliera tedesca Angela Merkel si tiene ben lontana – continua Ciafani -. Spendendo non meno di 50 miliardi di euro per produrre il 25% dell’ elettricità, distoglieremmo tutte le attenzioni e le risorse economiche che potrebbero essere investite subito nella green economy dell’ efficienza energetica e delle rinnovabili. Sono queste le uniche soluzioni efficaci e già disponibili per rispettare la scadenza europea del 2020 prevista dal pacchetto energia e clima, ridurre davvero la bolletta e la dipendenza dall’ estero e per diversificare le fonti energetiche.

“Il governo fermi questo progetto, utile per pochi e inutile per la collettività – conclude Ciafani – che scatenerebbe inevitabili conflitti istituzionali e sociali già visti, non solo negli anni ’70 e ’80, ma anche poco tempo fa a Scansano Jonico per realizzare il deposito geologico dei rifiuti radioattivi, e che né i rimborsi milionari nè l’ uso dell’ esercito eviterebbero”.

L’ Ufficio Stampa
06.86268360 – 79 − 53 – 76

Commenti (2)

  1. se anche non fosse vietato leggere i decreti legislativi…….

    tutti i soldi derivano dalle industrie e aziende che produrranno l’atomo, infatti daranno annualmente durante la costruzione 4000€/MW al comune
    il costo dell’elettricità sarà aumentato di 0.4€/MWh per ricavare i soldi da dare alle popolazioni.

    visto che una centrale è da 1600MW (EPR) puoi considerare un introito di 6.400.000€ per ogni anno di costruzione per i comuni, 5.000.000 annui per i comuni come detrazioni di varia natura. se poi l’impianto è superiore ai 1600MW il tutto viene maggiorato del 20%

    considera poi l’indotto delle centrali che sono centinaia e centinaia di persone…..e non sono bruscolini per i comuni.

    non vedo pantalone qui dove centri…….

  2. C’entra nella maggiorazione della bolletta elettrica, ecco dove c’entra.

    Elementare, watson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>