Santanchè: Pronta a morire per la Destra e i suoi valori

di Mariella Commenta

Sono pronta a morire per difendere la Fiamma e i suoi valori. A voler fare i moderati a tutti i costi si rischia di diventare modesti, e noi questo non lo vogliamo. Siamo un partito ‘incazzato’ e con la bava alla bocca, pronto a difendere gli interessi degli italiani senza guardare in faccia a nessuno”.

Così Daniela Santanchè, candidata premier de La Destra, ha salutato le persone accorse in piazza della Rotonda, a Roma, di fronte al Pantheon, per la chiusura della campagna elettorale del partito.

“Sono contenta di chiudere la mia campagna elettorale qui a Roma – ha aggiunto il candidato premier de La Destra – In Parlamento non vi tradirò, perché so cosa vuol dire essere traditi. Ci hanno proposto un’alleanza elettorale chiedendoci di eliminare il simbolo della fiamma tricolore e noi abbiamo orgogliosamente rifiutato”.

”Senza questo simbolo non ci sarebbero più 60 anni gloriosi di storia e di passione politica. Non ci vergogniamo del nostro passato, anzi ne andiamo fieri”. “Noi siamo quelli – ha proseguito la Santanchè – che sentono un brivido lungo la schiena quando ascoltano l’inno nazionale, e che si emozionano quando vedono una bandiera italiana. Per mettere una crocetta sul simbolo de La Destra nella cabina elettorale non ci vogliono persone con le palle di velluto, quelli li lasciamo altrove”.

“I fucili ci fanno paura – ha insistito la Santanchè riferendosi alle recenti dichiarazioni di Bossi – ci ricordano tempi lontani che non vogliamo rivivere più. Dio, patria e famiglia sono sempre nel nostro cuore. Viva L’Italia, viva La Destra”.

“E’ una grande emozione, un’esperienza entusiasmante essere qui oggi. Abbiamo fatto capire la differenza tra noi e gli altri. Gli altri sono la chimica, il cartello del potere, noi siamo la passione e l’entusiasmo”, ha sottolineato la candidata.

“Sono in debito con tutti gli italiani che mi hanno dato molto di più di quanto io ho dato loro. Non vedo l’ora di arrivare in Parlamento e poter realizzare tutte le cose che servono all’Italia. Supereremo lo sbarramento alla faccia di chi pensava di cancellarci, la Destra c’è”.

“C’è un’unica certezza -ha aggiunto la Santanchè- voteremo solo quei provvedimenti utili a migliorare la vita degli italiani. Credo che le donne italiane abbiano un’occasione: non sono la migliore, ma sicuramente sono quella che può occuparsi di loro”.

“C’è una grande partecipazione, superiore a quella di ieri al Colosseo. Questo fa capire che c’è ancora una destra viva, nonostante l’inclemenza del tempo”, ha sottolineato Francesco Storace candidato sindaco di Roma e segretario de La Destra.

”Sono tante le fiamme che gli elettori troveranno sulla scheda – ha aggiunto Storace – La grande e appassionata campagna che ha fatto Daniela Santanchè ci rende orgogliosi. Ogni deputato e senatore conquistato dalla Destra sarà un deputato e un senatore sottratto a Bertinotti e Veltroni. Berlusconi avrà tutto da guadagnarci se si fida della Destra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>