Fincantieri e Naval Group rafforzano la cooperazione navale

di Redazione Commenta

Fincantieri Naval Group cooperazione navale

Fincantieri e Naval Group rafforzano la loro cooperazione navale militare firmando l’Alliance Cooperation Agreement, un accordo che prevede la nascita di una joint-venture.

La nuova società paritaria (50/50) si inquadra nel progetto ‘Poseidon’ di avvicinamento tra i due gruppi, lanciato in occasione del summit franco-italiano di Lione nel 2017.

L’accordo, che segue l’approvazione dei rispettivi consigli di amministrazione, apre la strada alla creazione di un’industria navalmeccanica europea più efficiente e competitiva.

La firma tra gli Amministratori delegati delle due società, Giuseppe Bono ed Hervé Guillou, è avvenuta a bordo della fregata “Federico Martinengo”, ormeggiata alla Spezia.

La fregata è una unità del programma italo-francese Fremm e la firma a bordo della Martinengo dimostra e sottolinea la solidità della ventennale collaborazione tra i due paesi, le loro industrie e le Marine nazionali.

La società, come stabilisce l’accordo, avrà sede a Genova, con una controllata in Francia, a Ollioules, vicino Tolone, proprio dove Naval Group ha realizzato un sito ultramoderno dedicato allo sviluppo di tecnologie innovative che, nelle intenzioni della nuova alleanza, dovrebbe ospitare il centro d’ingegneria delle due società.

Questo accordo porta Fincantieri e Naval Group a condividere best practice; condurre congiuntamente attività mirate di ricerca e sviluppo; ottimizzere le politiche di acquisti; preparare congiuntamente offerte per programmi binazionali e per l’export.

La governance prevede un consiglio di amministrazione di sei membri con nomina paritaria, tre per ciascuna società. Nel cda siederanno Giuseppe Bono, che assume la carica di presidente non esecutivo della joint-venture, ed Hervè Guillou. Le due presenze confermano la valenza strategica che Fincantieri e Naval Group attribuiscono a questa operazione.

Per il primo mandato triennale, Fincantieri esprimerà il presidente ed il chief operational officer, e Naval Group l’amministratore delegato e il chief financial officer.

Già noti alcuni nomi: l’amministratore delegato sarà l’ing. Claude Centofanti di Naval Group, l’ing. Enrico Bonetti di Fincantieri sarà invece il Chief Operating Officer (COO).

A margine della firma dell’accordo Giuseppe Bono e Herve Guillou hanno dichiarato: “Manifestiamo grande soddisfazione per il risultato raggiunto e, soprattutto, desideriamo ringraziare i nostri Governi che negli ultimi mesi hanno lavorato fianco a fianco a noi, e continuano a farlo, per finalizzare un’intesa che assicurerà la protezione degli asset sovrani, favorendo la collaborazione tra i due team. Questo impegno ci permetterà di supportare sempre meglio le nostre Marine, fornire l’adeguato sostegno alle operazioni per l’export comune e gettare concretamente le basi per il consolidamento dell’industria europea della difesa”.

La joint-venture si aggiunge ai risultati ottenuti da Fincantieri nel settore della cantieristica navale, confermandosi come uno dei più importanti complessi cantieristici navali d’Europa e del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>