Berlusconi, né crisi, né elezioni anticipate, né governo tecnico

di Mariella Commenta

Berlusconi, né crisi, né elezioni anticipate, né governo tecnico

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi: ”Ora si andrà avanti con le riforme a partire dal “federalismo e dalla lotta all’evasione, insieme a Fini che da adesso sarà nostro alleato come la Lega. Ora che con la separazione è stato tolto il baco dalla mela, si ricomincia con una collaborazione e i nostri rapporti saranno più facili. Il gruppo dei finiani resta nella maggioranza e Fini farà il presidente della Camera. Non ho nessuna preoccupazione per la tenuta della maggioranza e del governo. Non dubito della lealtà dei parlamentari che sono stati eletti con i voti del Popolo delle Libertà. Sono tutte persone per bene che hanno lasciato il gruppo parlamentare per lealtà verso Gianfranco Fini ma non vogliono andare a casa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>