La bufala del fondo antidiossina e dell’Ansa sull’Ilva

di Gianni Puglisi Commenta

Attenzione alle bufale. L’ultima sull’Ilva di Taranto, ma possiamo dire una delle tante, è stata smentita. Parliamo del video di Fabio Matacchiera del Fondo Antidiossina, che nella tarda serata del 10 dicembre aveva ripreso dall’esterno l’acciaieria. Nel video si vede una “colonna di fumo”, così l’ha definita Matacchiera, fuoriuscire dalle ciminiere delle stabilimento. Riprese dall’Ansa, le immagini hanno cominciato a fare il giro del web generando titoloni sull’inquinamento dell’Ilva. Niente di nuovo in realtà, compreso il fatto che trattasi di bufale.
Quelle immagini si riferiscono infatti alle regolari fasi di spegnimento del carbon coke che avviene nel reparto cokeria dello stabilimento. Un’operazione che si ripete più volte al giorno.
A spiegarlo è un sito web che non si è voluto fermare alle apparenze e ha pensato di fare ciò che sarebbe dovere di qualsiasi organo di informazione: verificare e spiegare la notizia.
Ciò che all’esterno può apparire come “una colonna di fumo”, ossia ciò che Matacchiera sostiene nel video, è in realtà vapore, cioè ciò che il Fondo Antidiossina si è affrettato ad escludere. Ed è bene chiarire anche che l’emissione di questo vapore è monitorata con la frequenza prevista dal piano di monitoraggio e controllo dell’Aia e soprattutto che i risultati delle attività mostrano costantemente valori al di sotto dei limiti autorizzati e che i dati vengono regolarmente comunicati alle autorità competenti e agli enti di controllo.
In tanti avranno dubbi e non capiranno come mai del vapore possa presentarsi alla vista come fumo, ma in realtà si tratta di una vera e propria illusione ottica, sfruttata in buona o cattiva fede da Matacchiera: quando questo evento emissivo si verifica in presenza di umidità e con le luci notturne dello stabilimento, l’effetto ottico è tale da farlo sembrare fumo. Ed ecco spiegato il video più cliccato del momento, con tanto di citazione dell’Ansa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>