Senato, ok fiducia Monti

 
Mariella
23 dicembre 2011
Commenta

Senato ok fiducia Monti1 300x200 Senato, ok fiducia MontiMario Monti ottiene la fiducia al Senato e dà il via alla manovra economica. Anche se con un calo statistico del 10 per cento dei consensi al governo da parte del Parlamento, Monti dichiara: “Il decreto è legge e ne sono lieto. Può partire così la cosiddetta “fase due”, una serie di interventi già preannunciati dall’esecutivo e con obiettivo primario alla crescita e allo sviluppo”.

Nonostante il pessimismo di Bossi e Lega, Monti davanti ai senatori conferma che la manovra consente all’Italia di affrontare a testa alta la crisi. Il presidente del Consiglio indica le novità, fra le quali le deduzioni Irap al bonus per assumere lavoratori al Sud, invita i cittadini a guardare con fiducia ai titoli italiani e a sottoscrivere Bot e Btp. E riferendosi al ruolo dei partiti che compongono la maggioranza e alle polemiche degli ultimi giorni, dice: “Vorrei dire ai cittadini che l’appoggio che questo governo sta ricevendo è molto più grande di quello che i partiti lasciano credere o dichiarano”.

Riferendosi poi agli incontri con Silvio Berlusconi e Pier Luigi Bersani ha precisato: “I colloqui fra partiti che sostengono il governo e il presidente del Consiglio sono di grande appoggio, incoraggiamento e grande stimolo; certamente anche di forte proposizione di temi e indirizzi. Ma poi vengono presentati esternamente piuttosto dal punto di vista del veto o della forte pressione. Capisco se per loro esigenze le forze politiche debbano rappresentare in un certo modo l’appoggio al governo, ma se questo è utile andiamo avanti così”.

Monti riceverà una delegazione del Pdl e poi il leader dell’Udc e dell’Api ma separatamente e nel corso dei colloqui illustrerà la cosiddetta fase due, confermando che tra gli obiettivi del governo ci sono le liberalizzazioni e la riforma del mercato del lavoro.

Dal suo canto Silvio Berlusconi ammette: ”Votando la manovra abbiamo scelto il male minore e ribadiamo il sostegno compatto del Pdl all’attuale esecutivo. Un appoggio però che non deve essere confuso con una delega in bianco. Abbiamo detto in maniera chiara a Monti che siccome siamo il principale partito i provvedimenti devono essere discussi prima con noi”.

Articoli Correlati
Cdm confermato per lunedì, Monti subito a Camera e Senato

Cdm confermato per lunedì, Monti subito a Camera e Senato

Napolitano raccomanda: ”Conciliare il rigore con l’equità. La profondità della crisi economica richiede che nel nostro Paese si assumano misure conseguenti in grado di conciliare il rigore con l’equità e […]

Monti, fiducia dalla Camera

Monti, fiducia dalla Camera

Il governo Monti ottiene la fiducia del Parlamento italiano. Subito dopo il voto di fiducia, il premier ha tenuto una conferenza stampa. Monti ha così dichiarato: ”Faremo in modo che […]

Manovra, Senato ok alla fiducia

Manovra, Senato ok alla fiducia

Le novità: Iva aumentata al 21%, contributo sopra i 300mila euro, stretta su pensioni rosa dal 2014. Il Senato ha detto sì alla fiducia posta dal governo sul maxiemendamento al […]

Manovra economica, fiducia approvata dal Senato

Manovra economica, fiducia approvata dal Senato

Il Senato ha approvato il nuovo testo del decreto che ora a Montecitorio è blindato. Le opposizioni hanno evitato l’ostruzionismo alla commissione Bilancio della Camera, cosa apprezzata dal presidente Giorgio […]

Berlusconi-Tremonti, necessaria richiesta fiducia a Camera e Senato

Berlusconi-Tremonti, necessaria richiesta fiducia a Camera e Senato

Berlusconi-Tremonti, necessaria richiesta fiducia a Camera e Senato In una nota congiunta di Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti, sul tema della manovra, si legge: ”Il Governo deve necessariamente fare richiesta […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento